BiR – LE TESTIMONIANZE DI ALESSANDRA E MICHELE

IL PRIVILEGIO DI FAR PARTE DI UNA STORIA 
Se dovessi pensare a tutto ciò che quasi quattordici anni in questa associazione mi hanno dato, forse sarebbe per me impossibile descrivere tutto e metterlo in un quadro completo, coerente, condivisibile.
Ma innanzitutto devo dire che trasformare sentimenti, passioni, pensieri e suggestioni in un insieme verbalizzabile, è forse la più potente delle abilità che BiR mi ha aiutato a costruire in questi anni. Anche oggi, che mi ritrovo a lavorare e vivere lontano dall’Italia, non posso fare altro che ripercorrere con il pensiero, le tappe che mi hanno fatto arrivare fino a qui, in Palestina, dove sto lavorando come psicologa per un’organizzazione umanitaria, e dove sto mettendo a frutto, non solo le aspirazioni di una vita, ma soprattutto il proseguimento di una traiettoria che ha avuto origine proprio quattordici anni fa in quell’orfanotrofio in Romania.
Mai come oggi è presente dentro di me la consapevolezza che BiR ha giocato un ruolo fondamentale nell’aiutarmi a realizzare questo sogno, offrendomi un intenso cammino di crescita dove pensiero e azione si sono incontrati e fusi, rincorrendosi appassionatamente.
Vorrei iniziare dall’azione, forse perché è più facile per me spiegare qualcosa di concreto, ma soprattutto perché è così che è iniziato questo percorso.
Partire per i campi di volontariato in Romania, è stato solo il primo passo; l’essere calata cioè in una realtà tanto vicina quanto scioccantemente diversa.
Come si poteva anche solo immaginare che nel 2000 i più elementari diritti dell’uomo e dell’infanzia, fossero calpestati e sbriciolati e tenuti nascosti agli occhi del mondo? Forse era il mondo che non voleva guardare, ma ancora ricordo la sensazione ustionante che saliva dallo stomaco e che solo a tratti riusciva a trasformarsi in pensiero. L’indignazione. Parola divenuta poi uno degli slogan associativi che ci ha accompagnato nel tempo nelle campagne di sensibilizzazione, “l’indignazione non basta”.
Eh già, l’indignazione non poteva proprio bastare; poteva forse essere la scintilla iniziale, ma di certo sentivo che non mi apparteneva il restare immobile a bocca aperta. Bisognava agire. Pensiero fisiologico, quanto inevitabile. Chiunque sia dotato di una coscienza, credo possa aver sentito questo almeno una volta nella vita, verso un fratello, un amico o una causa comune. Sentire che l’azione deve diventare pensiero e poi quindi azione.
Il come, è stato un percorso molto meno rapido o istintivo; il come appartiene al pensiero. Se penso al come, mi vengono in mente le infiorate della nostra tradizione italiana; si lavora su piccoli pezzi alla volta, curando i dettagli, a volte dimenticando il disegno nel suo insieme, e allora bisogna fare un passo indietro, magari due, per riorientarsi e riorientare il lavoro comune. Solo alla fine è però possibile ammirarne l’insieme e godere delle simmetrie, delle rette come delle curve. Delle evoluzioni grafiche.
Ma in BiR il quadro non è mai completo; è sempre cresciuto e si è espanso. Ha preso forma nelle periferie e nei centri di questa grande creazione collettiva e questi centri e periferie spesso si sono sovrapposti e scambiati di ruolo. È stata probabilmente la fucina più importante della mia esistenza, nel periodo forse più stimolante e incerto della mia giovane vita di studentessa ai tempi dell’università. Ho visto persone molto stupite in passato di questa mia dichiarazione, ma sono assolutamente consapevole che niente avrebbero potuto le centinaia di libri di psicologia che ho dovuto studiare, se non fossero stati integrati da questa esperienza.
Perché?
La risposta dentro di me è chiara, ma non sono sicura di riuscire a spiegarla chiaramente a chi sta leggendo, un po’ come quando condividi il racconto di un viaggio con qualcuno che non c’era, ma allo stesso tempo, raccontarlo, ti aiuta a fissare nella memoria ricordi e emozioni e a riordinare il tutto.
BiR ha scelto di essere un laboratorio di esperienza umana, che partisse dai campi estivi negli orfanotrofi e proseguisse con la formazione di cittadinanze, aprendo spazi di confronto e crescita per gli abitanti del mondo di oggi e di domani, per sentirsi responsabili del proprio tempo, connettere storie e alfabeti, stabilire legami, elaborare una propria identità etica e civica.
BiR ha scelto di non essere mai uguale a se stessa, auspicando il cambiamento, privilegiando la crisi alla tranquillità, rivolgendo domande a se stessa piuttosto che all’esterno, considerando i giovani come la più grande premessa e dando loro in mano le redini del futuro di questa associazione. Ho avuto la grande opportunità di trovare uno luogo etico dove connettere pensieri e sentimenti, azioni e ideali, affetti e gesti, politica e spiritualità. Ora che vi scrivo da questa martoriata terra, violentata nella sua identità e debilitata da pensieri e azioni che ancora non conoscono il significato della parola pace, realizzo ogni giorno la profondità di queste connessioni e riscopro la responsabilità di averle scolpite nel mio cuore e nella mia mente insieme alle tante persone che rendono ogni giorno questa associazione viva e pulsante e molto speciale.
Riconosco nei tempi e negli spazi che scorrono dentro di me, il privilegio di far parte di una storia.
Questo per me è BiR.
Da Hebron (Palestina), Alessandra

LONTANO?
Sono volontario BiR da dieci anni, cioè da una vita.
É come dire che i primi bambini romeni che ho incontrato, sull’asfalto rovente del parco giochi di Rupea, nell’estate 2005, sono diventati adulti, o quanto meno
adolescenti –anche se a me interesserebbe solo sapere se sono diventati almeno un po’ più felici.
In questi dieci anni di BiR di acqua sotto i ponti ne è passata tanta: ho più rughe e meno capelli, un bel prefisso ‘dott.’ davanti al nome, una miriade di amici in più, un numero imprecisato di campi di volontariato sulle spalle – ‘sulle spalle’, non ‘alle spalle’: quello mai – e perfino un ruolo nel Consiglio Direttivo – io, che ero arrivato in BiR con i calzoni corti e lo zaino Invicta su una spalla sola. Ma se ci penso sono di più le cose che non sono cambiate: l’emozione di rivedere i vecchi compagni di viaggio e di conoscerne di nuovi, l’entusiasmo per un nuovo progetto, la trepidazione dei giorni che precedono i weekend di formazione e di verifica, il mondo che ti si schiude di fronte agli occhi in ogni campo estivo. In questi anni BiR è cresciuta e sono cresciuto io. In questi anni mi ha dato soddisfazioni immense e mi ha riempito di orgoglio, mi ha fatto stancare come una bestia da soma e ridere come un bambino che gioca sulla spiaggia, mi ha strappato tante lacrime, mi ha fatto compagnia, mi ha spinto a riflettere, mi ha insegnato mille cose, mi ha anche – qualche volta, pochissime – fatto arrabbiare.
Insomma, BiR è stata un’amica, un’Amica vera –e la sacra parola, ‘amico’, per una volta non è spesa a vuoto. E come in ogni amicizia vera la distanza fisica non ha mai contato, se non per il dispiacere di non poterci vivere nella quotidianità come sarebbe bellissimo fare. Per tanti anni all’ombra della mia splendida Torre di Pisa, come in questi ultimi mesi, sperduto nel grigiume della più cupa Inghilterra, BiR ha saputo farmi non solo sentire, ma essere realmente parte di essa, come se abitassi nello stesso isolato della sede.
E questo, forse, è il vero incantesimo e l’autentica marcia in più di questa Associazione, oltre a tutti i meriti che non mi stancherò mai di riconoscerle, e che dalla mia prospettiva privilegiata di osservatore ahimè un po’ esterno spiccano particolarmente, specie in un contesto come quello del mondo del volontariato che non sempre brilla da questi punti di vista: un’attenzione senza eguali alla formazione del volontario, una serietà ed un rigore quasi scientifico nella progettazione e nella gestione, una notevole trasparenza finanziaria, un grande equilibrio fra le varie anime che compongono l’associazione stessa, un processo di crescita e di miglioramento della qualità che procede di anno in anno. Tutti temi che mi rendono orgoglioso, e che sorprendono positivamente e convincono tutti coloro ai quali ho mostrato, a decine o centinaia o migliaia di chilometri da Milano, principi, iniziative e meccanismi dell’Associazione che rappresento.
Mi era stata chiesta mezza pagina su ‘BiR vista da lontano’. Mi rendo conto di aver scritto tutt’altro, ma semplicemente perché BiR vista da lontano non esiste: BiR sa coinvolgerti e valorizzarti, chiunque tu sia e dovunque tu sia. Anzi, semmai difficile potrebbe essere l’allontanarsi da BiR. Ma, del resto, chi è che ne ha voglia?
Da Wolverhampton (UK), Michele

DESTINAZIONE FONDI

ITALIA
Insieme ai ragazzi e ai professori dell’Istituto Penale per Minorenni Beccaria di Milano un gruppo di 20 volontari, i BeccaBiR, partecipa ai laboratori di scrittura, fotografia e arte durante l’intero anno scolastico.
Durante le vacanze scolastiche prosegue il lavoro dei BeccaBiR garantendo ai ragazzi una presenza costante e un modo diverso di fare attività all’interno dell’Istituto attraverso giochi o semplici chiacchiere.
L’obiettivo principale del progetto è quello di offrire ai ragazzi uno spazio senza vincoli eccessivi e una relazione con persone quasi coetanee, con le quali parlare in maniera informale come si fa fra amici.
I BeccaBiR sono sia volontari BiR sia volontari esterni a BiR che partecipano a incontri di formazione BiR.
Servizio di orientamento per i volontari BiR che, dopo la formazione e l’esperienza estiva, scelgono di aderire alle proposte in ambito sociale di altre organizzazioni della nostra rete: la cooperativa Spazio Aperto Servizi e l’Oratorio Santa Curato d’Ars di via Giambellino, il Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana, l’Associazione Lule, Comunità Nuova, il Centro Sociale Barrio’s, la cooperativa Comunità del Giambellino, l’Associazione CBM, l’Associazione Segnavia – Padri Somaschi.

ROMANIA
Ramnicu Valcea è una città romena di oltre 100.000 abitanti, capoluogo di un distretto del sud della Ro-mania, circa 180 km a ovest di Bucarest.
Ci siamo arrivati per la prima volta alla fine degli anni ‘90, ancora prima di fondare BiR, e non ce ne siamo mai andati.
Ad oggi BiR è attiva attraverso collaborazioni, strutture e progetti di diverso tipo, tutti rivolti a minori e giovani in difficoltà, alle loro famiglie e ai loro educatori.
Nel dicembre 2013 tre volontarie dell’Associazione – Carolina, Sofia e Stefania – hanno trascorso sul posto un po’ di tempo per costruire un racconto partecipato della quotidianità dei centri e delle comunità che contribuiamo a sostenere, e in particolare delle Case del Sorriso e del Centro Diurno di Ocnele Mari.
Ne è nato un racconto profondo e insolito che è consultabile alla voce “Ti racconto attraverso i colori”.
Fatto di voci e di sguardi, di segni e disegni.

REPUBBLICA MOLDOVA
Da circa tre anni BiR si è spinta a est del confine romeno, raggiungendo il paese più povero d’Europa: la Repubblica Moldova.
IL VAGONE di Orhei è uno dei progetti sostenuto da BiR: doposcuola e attività extra-curricolari con bambini e ragazzi di famiglie vulnerabili; attività ludiche per bambini con disabilità inseriti in istituti locali; sostegno a persone anziane o con disabilità; cineforum per bambini, giovani e adulti in collaborazione con la biblioteca “Alexandru Donici”; coinvolgimento di ragazzi e ragazze del territorio in attività di sensibilizzazione e formazione; promozione del volontariato giovanile.

PREMI ED ESTRAZIONE

ELENCO PREMI LOTTERIA 2014 in ordine di estrazione

1)      “Marina” Tinin Mantegazza, tela 30×80

2)      “Il gioco della pittura” Paolo Ceribelli, arte contemporanea 45×30

3)      “Sunset” Laura Tosca, tela 50×70

4)      Videocamera digitale GoPro – Hero 3 – 5 MP

5)      “Untitled #18“ –  Latent Content – Marta Rovatti Studihrad, foto 50×40 in cornice di legno nero

6)      Vaso artistico Venini in vetro di Murano

7)      Champagne Dom Pérignon, 1 bottiglia 2003  e 1 bottiglia Vintage 2004

8)      Alzata in argento Il  Ponte

9)      Stilografica Delta Italy Collezione Dolcevita

10)  Bracciale Missoni

11)  Borsa Mia Bag

12)  2 Bracciali Etro Gronchi

13)  Weather Station Oregon Scientific

14)  Bottiglia Magnum di Barolo Fontanafredda 1990

15)  2  bottiglie Champagne Jaquesson Cuvée n. 735 2012, Enoteca Cotti

16)  Portadocumenti in pelle e chiavetta USB Panerai

17)  3 bottiglie Champagne la grande année Bollinger, 2004

18)  Orologio Collezione Swatch by Vivienne Westwood

19)  Casco Momo Fighter

20)  Coperta in pile Napapjiri

21)  Grappa Nonino 1995 in barrique

22)  Set profumi Bulgari pour homme special edition

23)  Scatola degustazione gastronomia tipica ligure Niasca Portofino

24)  Confezione olio extra vergine d’oliva e olive taggiasche Badalucco

25)  2 bottiglie vino nobile di Montepulciano 2008, 1 spumante Brut Berlucchi, 1 Nipozzano Chianti Rufina 2010

26)  6 bottiglie Abbaye Sainte-Marie de Pierredon: 2 bottiglie Ultima laude 2012, 2 bottiglie L’inizio 2010, 1 bottiglia Plenilunio 2012, 1 bottiglia Prima Luce 2010

27)  1 Magnum Monterossa Francia Corta 2013

28)  La Collina dei Ciliegi, 3 bottiglie Zamuner rosé e 3 Zamuner Brut

29)  6 bottiglie Marchesato degli Aleramici: 1 Brunello di Montalcin 2008, 3 Rossi di Montalcino 2011, 2 Galampio 2011

30)  1 Magnum Chateau Tour Pibran 2011

31)  5 bottiglie Selvarossa Terra 2004

32)  1 bottiglia Falerio 2012, 1 bottiglia Champagne Philipponnat 2006, 1 bottiglia Dout Des 2000

33)  Cassa Pakravan-Papi contenente 1 bottiglia Campo del pari 2011 e 1 bottiglia Cancellaia di Riparbella 2011

34)  2 bottiglie Gaja: 1 Barolo 2009 e 1 Alteni di Brassica 2011

35)  Set mestoli Ballarini

36)  Lampada da tavolo SLAMP

37)  Orologio Collezione Swatch Chandelier

38)  Orologio Collezione Swatch Roi Soleil

39)  Set 6 tazzine Collezione Illy di Liu Wey

40)  Sciarpa Arte in lino azzuro

41)  Cintura cingomma progetto BikeMI

42)  Orologio Swatch Niklaus Troxler Numbered Edition

43)  Orologio Swatch Automatic Genuine Leather

44)  Orologio Swatch Earth Summit ‘92

45)  Orologio Watch Chrono Ultra-quartz

46)  1 bottiglia Sito Moresco 2010

47)  1 bottiglia Umbilicus Mundi, Sicilia IGT, 2011

48)  1 bottiglia Spumante Giulio Ferrari 2001

49)  Lampada Wool da tavolo Benetton

50)  Libro  Bambini in Romania “Mattone, il mattone magico”

 

Grazie a Tinin Mantegazza, Laura Tosca, Marta Rovatti Studihrad

per la donazione delle loro opere

 

Un particolare grazie ai giornalisti del

CORRIERE DELLA SERA

per tutte le altre donazioni

 

L’estrazione avverrà il 16 dicembre 2014 alle ore 15.00

presso la Sala Buzzati del Corriere della Sera

in Milano, via Balzan 3

alla presenza di

Don Gino Rigoldi e di Ferruccio de Bortoli

 – INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI –

REGOLAMENTO

Art.1
L’Associazione Bambini in Romania Onlus, sede di Milano, organizza una lotteria denominata “BIR lotteria la più bella che ci sia!” per finanziare le proprie attività in Italia, Romania e Repubblica Moldova.

Art.2
La Lotteria verrà effettuata nell’ambito della provincia di Milano.

Art.3
La sede della segreteria organizzativa è posta presso la sede dell’Associazione Bambini in Romania Onlus in via Cavalcabò 10, 20146 Milano.

Art.4
Ogni biglietto della lotteria è composto da una matrice e da una figlia. In entrambi vi è riportata una numerazione progressiva (da 00001 a 25.000). I biglietti sono raccolti in blocchetti cadauno da n. 50 biglietti per un totale di n° 500 blocchetti. Sul fronte di ogni biglietto sono riportati: data e luogo dell’estrazione, un riassunto dei premi più importanti messi a concorso, pagina facebook e sito dell’Associazione Bambini in Romania Onlus.

Art.5
Il costo di un biglietto è di Euro 2,00 (due//00).

Art.6
La vendita dei biglietti terminerà il 30/11/2014 alle ore 23.30.

Art.7
Tutte le informazioni sui premi saranno reperibili sul sito www.bironlus.eu

Art. 8
Verranno assegnati attraverso estrazione un totale di 50 premi, di seguito l’elenco in ordine di estrazione:
1) “Marina” Tinin Mantegazza, tela 30×80
2) “Il gioco della pittura” Paolo Ceribelli, arte contemporanea 45×30
3) “Sunset” Laura Tosca, tela 50×70
4) Videocamera digitale GoPro Hero 3 5 MP
5) “Untitled #18“ – Latent Content – Marta Rovatti Studihrad, foto artistica 50×40 in cornice di legno nero
6) Vaso artistico Venini in vetro di Murano
7) Champagne Dom Pérignon, 1 bottiglia 2003 e 1 bottiglia Vintage 2004
8) Alzata in argento Il Ponte
9) Stilografica Delta Italy Collezione Dolcevita
10) Bracciale Missoni
11) Borsa Mia Bag
12) 2 Bracciali Etro Gronchi
13) Weather Station Oregon Scientific
14) Bottiglia Magnum di Barolo Fontanafredda 1990
15) 2 bottiglie Champagne Jaquesson Cuvée n. 735 2012, Enoteca Cotti
16) Portadocumenti in pelle e chiavetta USB Panerai
17) 3 bottiglie Champagne la grande année Bollinger, 2004
18) Orologio Collezione Swatch by Vivienne Westwood
19) Casco Momo Fighter
20) Coperta in pile Napapjiri
21) Grappa Nonino 1995 in barrique
22) Set profumi Bulgari pour homme special edition
23) Scatola degustazione gastronomia tipica ligure Niasca Portofino
24) Confezione olio extra vergine d’oliva e olive taggiasche Badalucco
25) 2 bottiglie Montepulciano 2008, 1 Brut Berlucchi, 1 Nipozzano
26) 6 bottiglie Abbaye Sainte-Marie de Pierredon
27) 1 Magnum Monterossa Francia Corta 2013
28) La Collina dei Ciliegi, 3 bottiglie Zamuner rosé e 3 Zamuner Brut
29) 6 bottiglie Marchesato degli Aleramici
30) 1 Magnum Chateau Tour Pibran 2011
31) 5 bottiglie Selvarossa Terra 2004
32) 1 bottiglia Falerio, 1 Champagne Philipponnat , 1 Dout Des
33) Cassa Pakravan-Papi con1 bottiglia Campo del pari e 1 Cancellaia
34) 2 bottiglie Gaja: 1 Barolo 2009 e 1 Alteni di Brassica 2011
35) Set mestoli Ballarini
36) Lampada da tavolo SLAMP
37) Orologio Collezione Swatch Chandelier
38) Orologio Collezione Swatch Roi Soleil
39) Set 6 tazzine Collezione Illy di Liu Wey
40) Sciarpa Arte in lino azzuro
41) Cintura cingomma progetto BikeMI
42) Orologio Swatch Niklaus Troxler Numbered Edition
43) Orologio Swatch Automatic Genuine Leather
44) Orologio Swatch Earth Summit ‘92
45) Orologio Watch Chrono Ultra-quartz
46) 1 bottiglia Sito Moresco 2010
47) 1 bottiglia Umbilicus Mundi, Sicilia IGT, 2011
48) 1 bottiglia Spumante Giulio Ferrari 2001
49) Lampada Wool da tavolo Benetton
50) Libro Bambini in Romania “Mattone, il mattone magico”

Art.9
I premi vengono esposti presso la sede dell’Associazione Bambini in Romania Onlus in via Cavalcabò 10, Milano.

Art.10
L’estrazione dei premi vincenti avverrà il 16 dicembre 2014, alle ore 15.00, presso la Sala Buzzati del Corriere della Sera in Milano, via Balzan 3

Art.11
Le operazioni di controllo, verifica e verbalizzazione della procedura di assegnazione premi a mezzo estrazione verrà curata dal Dottor Tommaso Abbiati.

Art.12
I vincitori dei premi estratti potranno ritirare il premio spettante al termine dell’estrazione pubblica del 16 dicembre 2014 oppure, successivamente, presso la sede dell’Associazione Bambini in Romania Onlus in via Cavalcabò 10, Milano entro e non oltre il 22 dicembre 2014, dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00.

Art.13
Decorso il termine del 22 dicembre 2014, i premi non ritirati saranno trattenuti dall’Associazione Bambini in Romania Onlus e dalla stessa utilizzati successivamente nell’ambito dei propri scopi istituzionali.

Art.14
L’Associazione Bambini in Romania Onlus non si assume alcuna responsabilità per eventuali interruzioni della lotteria dovute a cause indipendenti dalla sua volontà e/o al di fuori del controllo della segreteria organizzativa. Per quanto non indicato nel regolamento vale quanto previsto dal D.P.R 430/2001.

PUNTI VENDITA VIVATICKET by BEST UNION

  • CAFFE’ BARAHONA – Corso San Martino, 7
    Abbiategrasso
  • LA CORTE LOMBARDA SCARL – Via Padana Superiore, 154
    Bellinzago Lombardo
  • AG.VIAGGI IL BAGAGLIO  – Via San Bernardo, 45 – Cassina Nuova
    Bollate
  • AGENZIA VIAGGIA CON NOI – Via San Bernardo, 3 – Cassina Nuova
    Bollate
  • CARTOEDICOLA PINKIRINKI – Piazza Martiri della Libertà, 6
    Bollate
  • 2NOTECAFE’ DI APICELLA GIULIA E SOTO ROBERTO – Via V.Veneto 111
    Bresso
  • COOP CASSANO D’ADDA C/O UFFICIO SOCI – Strada Statale, 11
    Cassano d’Adda
  • COOP DESIO C/O UFFICIO SOCI – Via Borghetto angolo Via Milano
    Desio
  • AGENZIA VIAGGI ITINERIS – via Garibaldi, 52
    Garbagnate Mil.se
  • DISCO STORES – Piazza San Magno Galleria I.N.A. 2
    Legnano
  • AGENZIA VIAGGIA CON NOI – MILANO 1 – Via Principe Eugenio, 8
    Milano
  • AGENZIA VIAGGIA CON NOI – MILANO 5 – Via Zuretti, 11
    Milano
  • AGENZIA VIAGGIA CON NOI – MILANO 9 – Foro Buonaparte, 63
    Milano
  • AGENZIA VIAGGIA CON NOI – MILANO PIAZZA LODI – viale Umbria, 4 c/o Centro Comm.le Piazza Lodi
    Milano
  • AUDITORIUM DI MILANO – Largo Gustav Mahler
    Milano
  • BAR NUOVO MILLENNIO – via Adige, 3
    Milano
  • BESTICKET – via Abbondio San Giorgio, 8
    Milano
  • BOXOFFICE C/O MONDADORI LIBRERIE (ex Messaggerie)  – Corso V. Emanuele II
    Milano
  • CMT TELEFONIA – Via Masolino da Panicale
    Milano
  • COOP MILANO ARONA C/O UFFICIO SOCI – Via Arona, 15
    Milano
  • COOP MILANO PALMANOVA C/O UFFICIO SOCI – Via Benadir, 5
    Milano
  • COOP SETTIMO MILANESE C/O UFFICIO SOCI – Via Reiss Romoli, 16
    Milano
  • EDICOLA DURANTE – via Santa Rita da Cascia,35
    Milano
  • FOOTBALL TEMPLE – via Torino, 60
    Milano
  • FRANCOANGELI BOOKSHOP SRL – Viale dell’Innovazione, 11
    Milano
  • GLV GODITI LA VITA S.R.L. – Via S. Eufemia 2
    Milano
  • IPERCOOP BAGGIO C/O UFFICIO SOCI – Via Benozzo Gozzoli, 130
    Milano
  • IPERCOOP BONOLA C/O UFFICIO SOCI – Via Quarenghi, 23
    Milano
  • IPERCOOP PIAZZA LODI C/O UFFICIO SOCI – Via P. Colletta
    Milano
  • LAST MINUTE TOUR – MILANO – viale Sarca, 336 c/o centro comm.le Bicocca Village
    Milano
  • LIBRERIA EGEA – Via Bocconi, 8 (vicino angolo V.le Bligny)
    Milano
  • MARIPOSA DUOMO – Galleria Santa Radegonda MM Duomo
    Milano
  • MILANO A MEMORIA – piazza Diaz, 7 – ang. Via Gonzaga
    Milano
  • MONDADORI MILANO – Via Marghera, 28
    Milano
  • MONDADORI MULTICENTER – BOXOFFICE – Piazza del Duomo, 1
    Milano
  • NUOVO TEATRO SAN BABILA – Viale Lucania 18 c/o Politeatro
    Milano
  • PROGETTO TEATRO – Corso di Porta Romana, 63
    Milano
  • RICORDI MEDIA STORES – BOXOFFICE – via Ugo Foscolo, 3 (galleria Vittorio Emanuele II)
    Milano
  • SCHOONER VIAGGI MILANO – piazza Velasca, 6
    Milano
  • TABACCHERIA FIAMMA – via Fiamma, 17
    Milano
  • TEATRO FILODRAMMATICI – via Filodrammatici, 1
    Milano
  • ULISSE 2000 S.R.L. – LA GRANDE MELA VIAGGI – Via Giovanni da Procida 29
    Milano
  • IPERCOOP NOVATE M.SE/METROPOLI C/O UFFICIO SOCI – Via Amoretti, ang. Via Bovisasca
    Novate Milanese
  • TABACCHERIA N.1 – via Matteotti, 1/C
    Novate Milanese
  • LUOGHI E VIAGGI LE MARMOTTE DI ELLEFFE TRAVEL SRL – Via Gramsci 29/a
    Paderno Dugnano
  • IPERCOOP PESCHIERA BORROMEO – Via della liberazione 8
    Peschiera Borromeo
  • SOL&MAR CONSULENZE – Via Rimembranze di Linate, 12/4
    Peschiera Borromeo
  • VOGLIA DI VIAGGIARE – Via G. Deledda 12
    Pessano con Bornago
  • VS ITALIA – VIAGGI E SERVIZI – via Mimose, 17
    Rozzano
  • IPERCOOP SESTO S.G. CENTRO SARCA C/O UFFICIO SOCI – Via Milanese angolo Viale Sarca
    Sesto San Giovanni
  • AGENZIA VIAGGIA CON NOI – VIGNATE – Via G. Galilei c/o centro commerciale Acquario
    Vignate
  • IPERCOOP VIGNATE/ACQUARIO C/O UFFICIO SOCI – S.P. 103 Cassanese angolo Via G. Galilei
    Vignate

Punti Vendita Milano e Provincia
VIVATICKET by BEST UNION

COME ACQUISTARE I BIGLIETTI

I biglietti sono acquistabili:

  • Presso la sede milanese di BiR
    in via Cavalcabò 10 dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 17.30 con preavviso allo 02/48011956
  • Attraverso i volontari e le volontarie di BiR
  • Presso i Punti Vendita VivaTicket by Best Union in Milano e Provincia: elenco dettagliato consultabile alla voce “Punti Vendita VivaTicket by Best Union”
  • Presso Bar Converso Emanuele, Piazza Irnerio 1, Milano
  • Presso Spritz Bar, via Savona 86, Milano
  • In occasione di eventi ad hoc: 03/10/2014 ore 18.30 happy hour allo Spritz Bar
  • Con moneta elettronica attraverso questo sito www.bironlus.eu
  • Con bonifico bancario a favore di BiR
  • Attraverso Home Banking

DATI PER BONIFICO BANCARIO e PER HOME BANKING:

  • Banca Popolare di Milano – IBAN IT93 E 05584 01627 000000019100
  • Beneficiario: Bambini in Romania Onlus
  • Importo: 2€ cad. x numero di biglietti che si desidera acquistare
  • Causale versamento:  lotteria – cognome e nome, indirizzo mail e cellulare del donatore
  • Invio della ricevuta di avvenuto bonifico a  lotteria@bambinininromania.it

Per moneta elettronica, home banking e bonifico bancario sarà nostra cura e premura:

  1. confermare via mail la numerazione dei biglietti assegnati (la stampa della mail di assegnazione farà fede per il ritiro dei premi in caso di vincita)
  2. staccare i singoli biglietti assegnati che saranno conservati insieme alla corrispondente ricevuta di donazione
  3. riportare sulle matrici nome, cognome e numero di telefono del donatore che, nel caso non partecipasse all’estrazione finale, verrà contattato per concordare il ritiro dei premi in caso di vincita