STORY_S

Hai tra i 15 e i 25 anni?

Vuoi confrontarti sul tuo percorso di studi? 

Vuoi sviluppare competenze da spendere anche nel mondo del lavoro? 

Ti piacerebbe entrare in una rete di giovani (rom e non) pronti ad aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi?

STORY_S è un progetto europeo che vede coinvolte, per l’Italia, l’Università degli Studi di Bergamo e l’Associazione BIR. L’obiettivo principale del progetto è quello di accrescere la consapevolezza e combattere gli stereotipi legati al mondo Rom e di favorire l’integrazione incentivando e supportando le carriere scolastiche di ragazze e ragazzi Rom attraverso un approccio partecipativo. Verranno individuati giovani Rom ai/alle quali verranno affiancati dei/delle tutor coetanei che accompagneranno e supporteranno la prosecuzione degli studi. I/le tutor seguiranno e guideranno il percorso dei beneficiari attraverso incontri settimanali e verranno a loro volta formati e supervisionati da professionisti delle equipe nazionali di progetto.

Siamo alla ricerca di 36 giovani beneficiari Rom e di 12 tutor coetanei che li possano accompagnare nelle loro carriere scolastiche o professionali.

  • sei un/una giovane Rom che sta facendo le scuole superiori o professionali o che si sta affacciando al modo del lavoro? Pensi che avere il supporto di un tuo/tua coetaneo/a possa stimolarti ed aiutarti nel tuo percorso? Sì? Sei la persona che stiamo cercando, clicca qui per scaricare il bando e leggere tutti i dettagli per candidarti 
  • sei portato/a per ad aiutare i tuoi coetanei? ti piacerebbe poterti rendere utile aiutando ragazzi e ragazze a prendere coscienza di loro desideri e delle loro potenzialità ed aiutarli a realizzarli? magari cercando insieme informazioni utili, dando una mano nello studio, andando a scoprire luoghi nuovi? Sei il tutor che stiamo cercando!! clicca qui per scaricare il bando per i tutor e scoprire come candidarti 

Se vuoi partecipare al progetto inviaci la tua candidatura entro venerdì 23 marzo mandando all’indirizzo mail promozione@bironlus.eu il tuo cv ed una lettera di presentazione o un video in cui ci racconti perchè stiamo cercando proprio te!!

Luoghi Comuni

Il progetto “Luoghi Comuni – Insieme oltre i pregiudizi” (promosso da BiR in collaborazione con Upre Roma, Spirit Romanesc ed Il Nuovo Fantarca) intende promuovere l’integrazione dei rom, attraverso una campagna di sensibilizzazione partecipativa, a sostegno dell’attuazione della Strategia Nazionale per l’inclusione dei Rom, Sinti e Camminanti. Con particolare riferimento all’Asse strategico 1 per l’istruzione e per le misure di intervento orizzontale (mainstreaming di genere, approccio basato sui diritti umani, strategia integrata per l’informazione e la comunicazione per la rimozione di pregiudizi e stereotipi), il progetto prevede la realizzazione di un percorso co-progettato e co-prodotto da bambine/i e ragazze/i rom e non rom.

Intende inoltre valorizzare le reti locali e diffondere le buone pratiche a livello locale, nazionale ed europeo attraverso una ricerca partecipata in Italia e in Europa e la conseguente pubblicazione delle linee guida metodologiche, sensibili al genere per le azioni a sostegno della scolarizzazione e dell’empowerment degli studenti rom, disseminando buone prassi precedentemente collaudate

Le attività verranno realizzate da equipe locali (coordinatore, mediatore/i culturale e educatore/i) nelle città o province di Milano, Roma e Bari in cui si prevede di coinvolgere attivamente 14 ragazze/i e 16 bambine/i rom e non rom, supportati da professionisti media educator e registi teatrali per la realizzazione di 3 video e 3 pièce teatrali.

Per scoprire di più sul progetto visita il sito www.luoghicomuni.eu oppure metti il like alla pagina FB ProgettoLuoghiComuni

MettiMi in Movimento

Il progetto è nato dalla voglia e dalla volontà di tre associazioni del territorio milanese – Amani, Bambini in Romania e IPSIA Milano – di trovare delle modalità inclusive, in particolare rivolte ai giovani, di promuovere il volontariato come agente di sviluppo locale, diffondendo e stimolando il senso di cittadinanza attiva.

L’obiettivo che le tre OdV si sono poste è stato quello, attraverso incontri di sensibilizzazione, eventi e formazione, di attivare un numero maggiore di volontari per rispondere alle esigenze del contesto milanese e in particolare focalizzandosi su due specifiche zone della città di Milano: le zone 5 e 6. L’intento è stato non solo di stimolare i giovani alla riflessione ma renderli cittadini coscienti e attivi, pronti a confrontarsi con le problematiche del loro territorio di residenza, con il luogo ed il quartiere dove abitano e con il vicino di casa che spesso è il primo soggetto con cui emergono conflitti e scontri causati da diversità culturale, differenza di genere e discriminazione.

Al fine di concretizzare la proposta di attivazione sul territorio è stata identificata una rete di realtà inserite sulle due zone che hanno manifestato l’esigenza di aumentare e/o potenziare i propri volontari per affrontare le numerose richieste di sostegno. Le Parrocchie San Curato d’Ars e Maria Madre della Chiesa e Cooperativa Spazio Aperto Servizi sono i partner individuati e coinvolti nel progetto. Tre soggetti operativi da anni con servizi a sostegno delle fasce deboli con centri che si occupano di doposcuola, Custodia Sociale, supporto alla disabilità, sostegno ai centri diurni per presa in carico di anziani e famiglie.

MettiMi in Movimento rientra nel Bando Volontariato 2014, promosso e finanziato da Ciessevi – Centri di Servizio per il Volontariato, il Comitato di Gestione del Fondo Speciale e la Fondazione Cariplo.

Pro Child

Nel futuro dei bambini c’è il nostro futuro:
per questo crediamo in un mondo dove
“Nessuno può crescere solo”

Nessuno può crescere solo” è il messaggio scelto dai promotori del progetto “PRO-CHILD”, realizzato con il contributo della Commissione Europea – Programma Diritti Fondamentali e Cittadinanza.

Il progetto “PRO-CHILD” – ‘Nessuno può crescere solo‘, frutto di anni di esperienza, vuole promuovere il diritto di bambini e adolescenti di crescere all’interno delle proprie famiglie e di essere pienamente inseriti nelle comunità locali. In particolare intende supportare gruppi vulnerabili di bambini e adolescenti romeni, rom e non in Romania e in Italia trascurati dai rispettivi genitori e/o a rischio di abbandono.

Il progetto si propone inoltre di contrastare ogni forma di intolleranza legata a ragioni etniche o di stereotipi.

Oltre al supporto fornito direttamente ai minori identificati, l’obiettivo del progetto è l’aumento della consapevolezza del grande pubblico, degli stakeholder rilevanti e delle comunità, sui diritti e i bisogni dei minori – vittime di abbandono e trascuratezza – e sulle risposte adeguate da dare attraverso una serie di attività articolate in cinque diverse azioni:

– la campagna di sensibilizzazione

– il coinvolgimento dei volontari

– la formazione dei Mediatori Sociali di Comunità

– il supporto ai minori romeni

– il coinvolgimento degli stakeholder

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito dedicato: http://www.bironlus.eu/nessunopuocresceresolo/home.html