Diario di bordo da Constanta #day1

Ilaria Solaini, volontaria di BIR partita per Contanta, sta tenendo un diario di viaggio rispetto alla sua esperienza di volontariato. La condividiamo più che volentieri sul nostro sito internet. 

#Day 1

6.16. Arrivo in Centrale. Partenza del bus per Orio al Serio
6.20: mi aspetto già una faccia piena di sbattimenti e trovo Alice che mi ha comprato il biglietto per l’aeroporto e mi dà un bacio per presentarsi. Lei non lo sa ma io le voglio già bene.
Incredibile, siamo d’accordo anche sulla strategia di imbarco: saliamo quando la coda si esaurisce e intanto restiamo in sciallo. A un certo punto mi ritrovo a essere pure la scassa cazzo che vuole tornare all’edicola perché non si viaggia senza una copia di Internazionale nello zaino, (anche se poi rimane intonsa), e sono talmente rincoglionita che il primo caffè lo devo aver lasciato sul comodino e ne devo prendere uno per davvero, per sopravvivere. Alice non batte ciglio, nemmeno quando decido di fare una delle cose più pericolose in aeroporto, ovvero lasciare il mio bagaglio incustodito per sbrigare le mie rotture in modo più rapido.
La scena più bella della giornata di viaggio verso Costanza mi fa ridere ancora adesso: io e Alice che aspettiamo dentro il bus sbagliato la partenza da Bucarest verso Costanza. Finché un ragazzo viene a recuperarci urlando “Aliss Aliss” e io che penso che Aliss sia una cazzo di località romena diversa dalla nostra destinazione e gli ripeto come un’idiota solo “Costanza, Costanza”. Alice ovviamente che evidentemente ha molti più neuroni accesi rispetto a me: mi ricorda che la capa dei Birrini ha sbagliato il mio nome sul biglietto del bus mettendo Alice Solaini. E dunque urlando “Aliss Aliss” il tizio ci stava semplicemente chiamando per nome.
Ovviamente quando saliamo sul bus giusto per ultime l’autista ci riempie di insulti. Legittimi: eravamo state le prime a mettere il bagaglio a bordo.
Poi in effetti non ci abbiamo capito più molto dei cambi di autobus e tuttora ho il sospetto di viaggiare verso Costanza senza i miei bagagli (che siano rimasti sull’altro bus?)! Sulle partenze – quando non perdo i voli – sono sempre andata forte, ora non resta che cominciare a giocare, auguratemi una splendida settimana!
Soundtrack: Leaving on a jet plane
PS.
Alice sarà una meraviglia di Ref!
Pps
Se qualcuno vuole darmi il bentornata (è vero, sono tornata… Onde medie radio Frankfurt)

La testimonianza di Maria, volontaria a Costanta

la voce di Emma che ogni volta che le chiedi come stai sorride e ti dice bene, sempre
la faccia del peruviano quando fa il tortellino tutto ben condito
Dani quando vince a bandiera o fa bene qualcosa, è sempre il goal della vita
la voce di Florin quando ti urla nell’orecchio e tu inizi a chiederti se riuscirai mai a sentirci di nuovo come prima
la faccia di Adrian quando balla e ride perché sa di essere bravo ma un po’ si imbarazza lo stesso
gli occhioni di Ioana quando ci ha dato i foglietti che aveva scritto per noi, un po’ un “grazie” e un po’ un “non ti dimentico”
l’eterna competizione di Aidun con Tia
il sorriso e la risata di Eveline i primi due giorni, quando voleva stare in braccio e ridere di te e con te
Madalin che inizia i bans e poi se li dimentica a metà
gli occhioni azzurri di Madalina quando ti guarda e vuole che le corri dietro per andare a prenderla
le lentiggini di Giorgiana e di suo fratello, con il loro sorriso sempre un po’ timido ma ogni giorno più curioso
Nicu che prima ci guardava e basta mentre ora gioca sempre con noi
Lama che è riuscita a toccare i capelli della Sofi senza strapparglieli
le mani di tutti quando ti chiedono ancora un “puzzin” di qualcosa (pasta di sale, tiri a basket, giocare ancora, suonare l’ukulele), i nomi con cui si presentano a noi, non sempre i loro, come a voler essere qualcun altro per due settimane, l’età che non sempre è quella vera ma alla fine non ci importa, le parole di rumeno che non capiamo mai abbastanza ma certe volte meglio così, gli abbracci e quella processione infinita che ci accompagna ogni volta che usciamo dall’Istituto, tra le mani di chi vuole continuare a fare giochini che ci fanno impazzire, chi continua a scappare per essere inseguito, chi ti abbraccia e non ti fa camminare, chi ti chiede “football?” e chi continua a raccontarci cose che non smetteremo mai di cercare di capire.

Maria, volontaria a Costanta

ESPERT* IN COMUNICAZIONE CERCASI!

La nostra Associazione cerca un nuovo collaboratore per arricchire lo staff di professionisti e professioniste che supportano ogni giorno il lavoro degli oltre 100 volontari e volontarie attivi tra Italia, Romania e Moldova.

Nello specifico stiamo cercando una persona esperta di comunicazione che possa contribuire attivamente alle diverse attività di promozione, sensibilizzazione e fundraising che la nostra organizzazione mette in campo.

La persona che si unirà allo staff di BiR dovrà progettare e gestire tutte le attività di comunicazione legate a BIR: dalla comunicazione istituzionale ai social media, dalle campagne alla comunicazione finalizzata alla raccolta fondi. Dovrà lavorare in stretto raccordo con i volontari e i professionisti di BIR, ma anche con la rete di organizzazioni nostre alleate, in particolare l’Associazione Comunità Nuova e la Fondazione Don Gino Rigoldi.

Quali sono le competenze che stiamo cercando?

Alcune  competenze sono per noi imprescindibili:

  • la costruzione e l’implementazione di un piano di comunicazione che faccia da cornice unitaria rispetto ai molti contenuti e alle molte reti connesse a BIR;
  • la progettazione partecipata e la gestione di campagne di sensibilizzazione connesse a temi quali: il contrasto alle discriminazioni; il valore delle diversità; la cooperazione internazionale; la mobilità internazionale; la cittadinanza attiva e la partecipazione giovanile;
  • la progettazione partecipata e la gestione di campagne di raccolta fondi;
  • competenze nel campo della media education, dei metodi partecipativi e della formazione rivolta ai giovani su temi connessi a comunicazione, promozione e sensibilizzazione;
  • la produzione di contenuti di testo legati al mondo della cooperazione internazionale e della cittadinanza attiva;
  • la gestione dei social media, in particolare Facebook e Instagram;
  • la gestione della nostra piattaforma web;
  • competenze di base legate al graphic design;
  • piena padronanza della lingua inglese, scritta e parlata.

Saranno considerati elementi premianti:

  • l’esperienza pregressa nell’ambito della comunicazione e della comunicazione sociale;
  • l’esperienza pregressa nel campo della cooperazione internazionale e delle politiche giovanili;
  • le competenze artistiche;
  • le competenze di scrittura creativa;
  • la conoscenza della lingua romena scritta e parlata.

Cosa offriamo?

Proponiamo una prima fase di collaborazione da giugno 2018 a dicembre 2019, per un impegno settimanale di circa 15 ore. Il compenso sarà di circa 650 euro lordi mensili, definito nel dettaglio anche a seconda della tipologia contrattuale concordata. In seguito a questa prima fase, fatte le opportune verifiche, ci piacerebbe stabilizzare questa collaborazione.

Per candidarsi?

È sufficiente mandare cv, lettera di presentazione e portfolio delle proprie esperienze ad Andrea, all’indirizzo direttore@bironlus.eu, entro il 15 maggio. Tra fine maggio e fine giugno porteremo a termine tutte le fasi di approfondimento e selezione.

Viaggia solidale in Romania con BIR! Il tour 2018

Per la prima volta nella storia di BIR, un viaggio solidale, dal 17 al 24 giugno, per conoscere la Romania e le trasformazioni che sta vivendo. Paesaggi magnifici, monasteri e città d’arte, ma soprattutto le organizzazioni e le persone che insieme a BIR da anni sviluppano progetti di solidarietà e inclusione sociale. Parti con noi!

Durante l’intero viaggio il gruppo sarà accompagnato da un operatore di BIR, esperto conoscitore della Romania. Prenotazioni entro il 21 maggio 2018. Per info e prenotazioni: +39 02 4801 1956 oppure  +39 391 7036572 oppure potete inviare una mail a marco.povero@bironlus.eu

PROGRAMMA DEL VIAGGIO
Domenica 17/06/18 – Partenza
Arrivo a Bucarest nel pomeriggio. Alloggio e visita al Centro Don Orione di Bucarest.
Giorno 2 – Visita a Bucarest incontro con Carusel
Visita guidata di Bucarest con l’associazione “Walkabout Free Tour”, visita del Palazzo del Parlamento. Nel pomeriggio incontro con Carusel, associazione partner di BIR a Bucarest.
Giorno 3 – Centro città, mercato di Obor
Visita della città e dei musei del centro. Pranzo tipico romeno. Nel pomeriggio visita all’antico mercato di Obor e al centro comunitario di Carusel. Alternativa: In accordo con tutto il gruppo si può organizzare una giornata intera (con partenza al mattino presto e ritorno in tarda serata) per visitare la riserva naturale del Delta del Danubio.
Giorno 4 – Partenza da Bucarest, castello di Peles, cittadella di Rasnov
Partenza da Bucarest verso la Transilvania. Visita della residenza reale estiva di Peles. Arrivo in Transilvania e visita alla città medievale di Rasnov. Alloggio in un agriturismo della zona e cena con prodotti tipici.
Giorno 5 – Brasov e le chiese fortificate
Al mattino visita guidata della bellissima città sassone di Brasov, con pranzo tipico in città. Nel pomeriggio visita alle chiese fortificate di Prejmer e Harman.
Giorno 6 – I Carpazi e arrivo a Valcea
Partenza verso Ramnicu Valcea passando attraverso i passi di montagna tra i Carpazi. Durante il viaggio ci si fermerà per visitare un’altra bellissima città della Transilvania, Sibiu. Arrivo a Valcea e incontro con IPI, associazione partner di BIR nella regione. Alloggio presso il centro di Ocnele Mari.
Giorno 7 – I monasteri dell’Oltenia e i progetti di IPI
Al mattino si visiteranno i progetti di IPI nella regione. Nel pomeriggio si andrà in visita agli antichi monasteri della regione dell’Oltenia.
Domenica 24/06 – Partenza da Bucarest
Partenza al mattino da Valcea per arrivare in aeroporto.
Contributo richiesto: 950€
Comprensivo di: volo, vitto (alcuni pranzi liberi), alloggio, trasporti, assicurazione, guide e attrazioni turistiche.
Il programma del viaggio potrebbe subire minime modifiche che verranno prontamente comunicate ai partecipanti.
L’intero tour è organizzato e realizzato in collaborazione con associazioni e organizzazioni del terzo settore e la maggior parte del ricavato del viaggio andrà a coprire i costi dei loro servizi e dei loro progetti.

Al via la quarta edizione della BIR Lotteria!

[columns]

[column size=”half” last=”no”][/column]
[column size=”half” last=”yes”]

Torna la BiR lotteria, alla sua quarta edizione! Anche quest’anno tanti bellissimi premi in palio e l’occasione di sostenere i progetti BiR in Italia, Romania e Rep. Moldova.

Più biglietti acquisti, più aiuti l’associazione, più possibilità hai di vincere!

ESTRAZIONE FINALE: giovedì 21 giugno alle ore 18, presso CN l’HUB di Via Luigi Mengoni 3 – Milano

Cosa aspetti?! I biglietti, del costo di 2€, sono acquistabili:

– ATTRAVERSO I VOLONTARI DI BIR

– OCCASIONI AD HOC

19/04 ore 19.30-22.30 in LibrOsteria – Via Cesariano 7, Milano

8/05 ore 18-20 al Corriere della Sera – Via Balzan 3, Milano

10/05 ore 20-24 all’Ostello Bello – Via Medici 4, Milano

– PUNTI VENDITA

OTTICA GALLIENA – corso Cristoforo Colombo 4, Milano

OFFICINA CACCAVARI – viale Isonzo 74/78, Rozzano (MI)

CAKE L’HUB – via Luigi Mengoni 3, Milano

ISOLA LIBRI – via Pollaiuolo 5, Milano

LIBROSTERIA – via Cesare Cesariano 7, Milano

SPRITZ BAR – via Savona 86, Milano

ZENZERO CAFE’ MILANO – via Festa del Perdono 1, Milano

BAR CONVERSO EMANUELE – piazza C. Irnerio1, Milano

– VENDITA ONLINE

Inviando la ricevuta di avvenuto bonifico a lotteria@bironlus.eu

Dati per bonifico bancario:

  • Banca Popolare di Milano – IBAN IT93 E 05584 01627 000000019100
  • Beneficiario: Associazione BIR
  • Importo: 2€ cad. x numero di biglietti che si desidera acquistare
  • Causale versamento:  lotteria – cognome e nome, indirizzo mail e cellulare del donatore

a ricezione avvenuta  sarà nostra  premura:

– Confermare  via mail la numerazione dei biglietti assegnati (la stampa della mail di assegnazione farà fede per il ritiro dei premi in caso di vincita).

– Staccare i singoli biglietti assegnati che saranno conservati insieme alla corrispondente ricevuta di donazione.

– Riportare sulle matrici nome, cognome e cellulare del donatore che, nel caso non partecipasse all’estrazione finale, verrà contattato per concordare il ritiro dei premi in caso di vincita.

Basta inviare una mail a lotteria@bironlus.eu per ricevere ulteriori informazioni e chiarimenti

Scarica il REGOLAMENTO LOTTERIA 2018

Scopri l’ELENCO PREMI in palio

Leggi il dettaglio della DESTINAZIONE FONDI raccolti attraverso la vendita dei biglietti

Qui trovi il FAC SIMILE BIGLIETTO

SI RINGRAZIANO PER IL CONTRIBUTO:

Isabella Bai, Bertoni Le maglie, Caccavari Snc, Cake l’Hub, Ciclo l’Hub, Facenti Srl, Ottica Galliena, La Polenteria, SlideTeatro Franco Parenti, Laura Tosca, Umberto Verdirosi, YogàPorter

STORY_S

Hai tra i 15 e i 25 anni?

Vuoi confrontarti sul tuo percorso di studi? 

Vuoi sviluppare competenze da spendere anche nel mondo del lavoro? 

Ti piacerebbe entrare in una rete di giovani (rom e non) pronti ad aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi?

STORY_S è un progetto europeo che vede coinvolte, per l’Italia, l’Università degli Studi di Bergamo e l’Associazione BIR. L’obiettivo principale del progetto è quello di accrescere la consapevolezza e combattere gli stereotipi legati al mondo Rom e di favorire l’integrazione incentivando e supportando le carriere scolastiche di ragazze e ragazzi Rom attraverso un approccio partecipativo. Verranno individuati giovani Rom ai/alle quali verranno affiancati dei/delle tutor coetanei che accompagneranno e supporteranno la prosecuzione degli studi. I/le tutor seguiranno e guideranno il percorso dei beneficiari attraverso incontri settimanali e verranno a loro volta formati e supervisionati da professionisti delle equipe nazionali di progetto.

Siamo alla ricerca di 36 giovani beneficiari Rom e di 12 tutor coetanei che li possano accompagnare nelle loro carriere scolastiche o professionali.

  • sei un/una giovane Rom che sta facendo le scuole superiori o professionali o che si sta affacciando al modo del lavoro? Pensi che avere il supporto di un tuo/tua coetaneo/a possa stimolarti ed aiutarti nel tuo percorso? Sì? Sei la persona che stiamo cercando, clicca qui per scaricare il bando e leggere tutti i dettagli per candidarti 
  • sei portato/a per ad aiutare i tuoi coetanei? ti piacerebbe poterti rendere utile aiutando ragazzi e ragazze a prendere coscienza di loro desideri e delle loro potenzialità ed aiutarli a realizzarli? magari cercando insieme informazioni utili, dando una mano nello studio, andando a scoprire luoghi nuovi? Sei il tutor che stiamo cercando!! clicca qui per scaricare il bando per i tutor e scoprire come candidarti 

Se vuoi partecipare al progetto inviaci la tua candidatura entro venerdì 23 marzo mandando all’indirizzo mail promozione@bironlus.eu il tuo cv ed una lettera di presentazione o un video in cui ci racconti perchè stiamo cercando proprio te!!

E’ questa la lotta alla povertà?

E’ questa la lotta alla povertà?

La povertà è fastidiosa?

Sì, per i poveri  è molto fastidiosa.

Risposta sbagliata!

La povertà è fastidiosa per i cittadini che, magari facendo shopping, frequentano i centri storici il cui decoro va garantito a suon di ordinanze comunali che dichiarano guerra ai poveri con multe variabili da 25 a 500 euro.

E’ accaduto in più di una città italiana, ultimamente anche a Como, in applicazione del Decreto Sicurezza Minniti  che dà ai sindaci  il potere di allontanare dai centri storici chiunque venga considerato “indecoroso” senza che abbia commesso reati o che risulti indagato.

Ebbene sì le Istituzioni del nostro Paese ci stanno dicendo che, se gli ultimi da qualche parte devono andare, allora vadano nelle periferie tanto lì abitano i penultimi e poco cambia.

Non si allontana la povertà allontanando i poveri, anzi si rischia di farli percepire come delinquenti, come nemici da combattere, da poter umiliare.

Molto più impegnativa è la lotta contro le cause politiche ed economiche della povertà, che sono alla base delle condizioni di disuguaglianza e di limitazione della libertà e della dignità in cui sono costretti a vivere  milioni di esseri umani.

Sappiano le nostre Istituzioni che molti cittadini e molte associazioni in questa lotta sono e continueranno ad essere impegnati pronti a battersi anche contro forme di ingiustizia istituzionale.

Al fianco dei più deboli ora e sempre!

BIR

Pi come Pezzi – lo spettacolo: vi aspettiamo il 20 novembre al Teatro Franco Parenti

Vi aspettiamo lunedì 20 novembre alle ore 21 al Teatro Franco Parenti per lo spettacolo “Pi come Pezzi”, una coproduzione Banda Sciapó e Locanda Spettacolo a sostegno dell’Associazione BIR.

con Paola Tognella

testo e regia di Francesca Biffi e Daniela Quarta

aiutoregia Alessandro Negri

costumi di Fabemolle

fotografia Federica Frigo

 

In scena Paola Tognella è attrice, ma anche testimone. Cuore drammaturgico ed emotivo dello spettacolo sono, infatti, le storie di bambini e ragazzi che lei stessa ha incontrato negli orfanotrofi in Romania come volontaria dell’associazione BiR. Vicende e personaggi che entrano ed escono da lei lasciando segni indelebili nello spazio simbolico che la circonda, così come avviene inevitabilmente nel suo essere volontario ed umano. Passi, prove e fallimenti, vòlti tutti a condurci in un’unica direzione: la ricostruzione. Perché ricostruire, partendo anche solo dal più piccolo e sgangherato dei pezzi, potrà fare tutta la differenza. E tra il dire e il fare c’è di mezzo… Solo il fare!

‘Prima di tutto i pezzi. Forma, colore, odore. Riconosci i pezzi, individua lo schema, poi costruisci. E cambia tutto’.

Pi non ha una soluzione definitiva, ma intuisce che bisogna fare dei tentativi per cambiare le cose. Agire. Fare. Pi capisce che c’è molto da fare, anche se non sa bene da che parte iniziare e soprattutto non ha idea di come affrontare tutto il lavoro da sola…

Inizia così la storia delle storie, una storia che racconta storie, che raccoglie pezzi. Pezzi di cose, pezzi di case, pezzi di vite, pezzi di persone, pezzi di pezzi…

Un bambino con un mattone per amico, una ragazza che si fa gocce d’acqua, un giovane uomo che forse ce la farà, una voce narrante un po’ casa è un po’ mamma. Questi sono alcuni degli elementi che compongono il mondo di Pi. Un mondo fatto a pezzi da vicende umane, da alcuni agite e da molti subite, in una parte del mondo, la Romania, tanto vicina a noi quanto spietatamente dimenticata.

 

Ingresso 18 euro

Una parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione BIR Onlus presieduta da Don Gino Rigoldi

Info e prenotazioni 0259995206 o www.teatrofrancoparenti.it

 

Video trailer  https://www.youtube.com/watch?v=CnWoZTaWVrI

Chi ben comincia…!

Ciao Birrini!
Sono sopravvissuto alla prima settimana qui in Romania e vi do qualche aggiornamento (ovviamente siamo ancora agli inizi).
Ho cominciato a conoscere Carusel (il nostro partner a Bucarest), la sua equipe e i suoi progetti. Wow, venite anche voi a vedere che belli (e coraggiosi) che sono e quante cose stanno mettendo su. Arriveranno approfondimenti più avanti…
Nel frattempo sto riscoprendo Bucarest, una città che conoscevo già un pochino ma non avevo mai vissuto. Un altro mondo rispetto alla Romania rurale, ma anche rispetto alla mia Moldova. Piena di contraddizioni ma molto interessante e in grande evoluzione. Da quando l’ho visitata per la prima volta nel 2012 mi sembra cambiata tantissimo…
Qui sto cercando una nuova casa perché mi preparo ad accogliere i 2 nuovi SVE in arrivo e cedergli il loro appartamento.
Nel frattempo continua un bel lavoro di equipe con chi è a Milano, cominciano a farsi più concreti gli obiettivi e nella mia testa si fa tutto più chiaro.
Questa settimana spero di concludere la ricerca della casa e da giovedì sarò a Ramnicu Valcea per incontrare IPI, vedere come vanno i progetti e incontrare Etta e Lucia alla fine del loro percorso.
Beh, ho scritto tanto e detto non molto, però ci tenevo ad aggiornarvi almeno un pochino.
Vi aspetto qui e aspetto i vostri commenti per rimanere in contatto. A presto con più dettagli e più foto, intanto vi lascio con una bella faccia di Bucarest: tramonto da casa SVE.
Un abbraccio a tutti,
Marco