Progetti in Romania

Le case del sorriso

mappa_Valcea
BiR sostiene tre strutture di accoglienza residenziale che ospitano bambini/e e ragazzi/e di età compresa tra i 3 e i 21 anni, promuovendo percorsi di accompagnamento educativo e psicologico e offrendo servizi di supporto scolastico e orientamento lavorativo.

Tutte le strutture sono cofinanziate e gestite dalla Fondazione Inima Pentru Inima.

Le “case del sorriso” sono localizate nel distretto di Valcea

Prevenzione dell’abbandono

Prosegue il sostegno alle attività di prevenzione e assistenza sociale della DGASPC Mehedin?i. Rispetto agli anni passati si segnalano alcuni mutamenti significativi. In primo luogo il termine del nostro finanziamento al progetto di prevenzione realizzato nel reparto maternità dell’ospedale di Turnu Severin, un esito positivo dal momento che l’Ospedale ha messo a sistema le sperimentazioni co-finanziate da BiR negli scorsi anni e inserito nell’organico due psicologhe per attività di supporto alle neo-mamme e prevenzione dell’abbandono. Registriamo inoltre una maggiore attenzione dello staff della direzione a promuovere l’autonomia e l’empowerment delle famiglie in difficoltà, privilegiando il rinforzo delle competenze, il sostegno psicologico e l’orientamento socio-lavorativo rispetto all’erogazione di un mero contributo economico. Il numero di casi supportati economicamente è conseguentemente diminuito nel corso dell’anno, raggiungendo un totale di 74 bambini e le loro 35 famiglie, oltre a 59 donne sostenute per interventi di pianificazione famigliare. Per 15 minori il sostegno della Direzione si è concluso poiché è stato accertato che il rischio di abbandono era stato definitivamente superato.

I progetti di Bucarest

Dal 2014 BiR ha iniziato una collaborazione con l’associazione Carusel che si articola principalmente attraverso il supporto a due dei progetti del partner locale:

Il Centro Comunitario di Obor
Si tratta di uno spazio diurno attivato nell’autunno del 2015 grazie a una collaborazione tra Carusel e la biblioteca di quartiere di Obor, con il supporto di BiR. L’idea di base è la realizzazione di attività ludiche e ricreative per 20 bambini e ragazzi tra i 5 e i 15 anni, che vivono situazioni di forte vulnerabilità sociale, in relazione alle condizioni di povertà e marginalità vissute dalle loro famiglie, alle precarie condizioni abitative, alle discriminazioni subite, all’abuso di sostanze stupefacenti, al coinvolgimento in attività informali e mestieri di strada. Il Centro di Obor è aperto tre giorni a settimana per circa 6 ore, e offre merenda e pranzo a tutti i beneficiari. È coordinato da un’assistente sociale e coinvolge numerosi volontari locali. È stato progettato e attivato anche grazie alla presenza a Bucarest di una volontaria di BiR, in Romania da maggio 2015.

Le attività di harm reduction nei quartieri di Bucarest
BiR collabora con Carusel anche in relazione a interventi di accompagnamento sociale e riduzione del danno pensati per migliorare le condizioni di vita dei giovani di Bucarest che vivono situazioni multiproblematiche di diversa natura quali la fragilità economica; l’imporverimento dei legami relazionali; l’assenza di una dimora o le condizioni abitative precarie; la discriminazione su base etnica; i problemi legati a AIDS/HIV; il consumo e l’abuso di sostanze stupefacenti; l’attività prostitutiva. Le attività sviluppate comprendono aiuti alimentari, counselling psico-sociale, assistenza domestica, consulenza legale, contrasto alla dispersione scolastica, assistenza medica di base, unità mobili e servizi a bassa soglia.